Il termalismo Lago di Venere e Gadir e la comparsa della vite di Alessandria

Tutti pronti per la prima giornata alla scoperta dell’isola. Dopo la colazione punteremo subito, con i nostri mini-bus, a due dei must visit di Pantelleria: il Lago di Venere (1) e le Terme di Gadir. E’ in questi luoghi che comprenderete il senso della frase “Pantelleria una spa a cielo aperto”.
Prima sosta presso il Lago di Venere, il luogo leggendario dove la Dea Venere veniva a specchiarsi tutte le mattine. Si tratta di un cratere vulcanico che ha dato vita ad un bacino con un ecosistema unico al mondo. Ci si potrà rilassare immergendosi nei piccoli bacini con acque calde o cospargendosi il corpo con fango naturale considerato un ottimo trattamento per il benessere della pelle.
Dopo questa rilassante sosta, continueremo il tour passando da Cala Cinque Denti (2) e raggiungendo quindi il porticciolo turistico di Gadir (3). Luogo termale per eccellenza grazie alle sue vasche ricche di acque termali scavate nella roccia. Continueremo questa mattinata all’insegna del relax, proprio in questo piccolo porticciolo avrete la possibilità di approcciarvi per la prima volta non solo alle acque calde ma anche al mare di Pantelleria.
Dopo i momenti di relax effettueremo il pranzo presso un ristornate della zona assaggiando esclusivamente ricette tipiche.
Al rientro in struttura sosta presso il sito archeologico di San Marco e Santa Teresa (4). Qui ammirerete la stupefacente acropoli romana e scoprirete lo splendore dell’antica Cossyra durante l’epoca punico-romana quando l’isola era una delle mete più ambite del Mediterraneo centrale per la sua posizione strategica tra Africa e Sicilia. E’ proprio in questo luogo che nell’anno 2003, furono rinvenute i cosiddetti ritratti imperiali risalenti al I secolo d.C. ed è qui che nasce la storia della viticoltura pantesca. Verrete a contatto con la storia dei popoli che importarono per primi sull’isola la vite di Alessandria sino alla conquista romana di Cossyra con il suo periodo di massimo splendore.
Rientro in struttura, cena e pernottamento.

L’immagine che vi porterete dietro ritornati a casa:
Il porticciolo di Gadir è stato nel tempo l’unico esempio di borgo marinaro presente sull’Isola, ove i marinai panteschi vendevano il loro pesce appena pescato. La vitalità di Cala Gadir è elevata e qui potrete incontrare anziani pescatori mentre intrecciano le loro nasse con i fili di giunco o mentre preparano le loro reti per la pesca.