Trekking A Pantelleria

Pantelleria è divenuta negli ultimi dieci anni una delle mete per il Trekking più amata da chi desidera, attraverso il cammino, scoprire nuovi territori e lasciarsi cullare dalle loro attrazioni.
Sono poche le destinazioni per il Trekking che possono infatti vantare sentieri all’interno di un Parco Nazionale (l’unico in Sicilia) in cui è possibile godere di saune naturali (grotta di Benikulà), acque termali (Gadir – Lago di Venere), fenomeni di vulcanesimo secondario (Favare), siti archeologici (Villaggio di Mursia, Sesi, Acropoli di San Marco) e toccare con mano ben due patrimoni Unesco (Vite ad Alberello e muretti a secco). Il tutto attraversando terrazzamenti coltivati a zibibbo o splendidi cappereti (cappereto Bonomo), camminando in ambienti variegati che vanno dalla Montagna Grande con la sua pineta, alla macchia mediterranea che attornia la costa dell’isola e terminando le giornate con una degustazione in cantina di un buon passito accompagnato da i tanti prodotti dell’agricoltura isolana (capperi, pomodori secchi, paté dalle tante declinazioni) magari durante un tramonto dai colori Africani.
Il programma che troverete a seguire vi permetterà di vivere tutto questo nell’arco di una settimana di vacanza e nasce dalle tante esperienze, che in questi anni, abbiamo potuto fare con diversi gruppi come quelli del CAI nazionale.

Trekking A Pantelleria

€ 680

Vai al calendario
Itinerario

ARRIVO IN AEREO A PANTELLERIA

Arrivo in aereo a Pantelleria, accoglienza in aeroporto (1) da parte del nostro staff e sistemazione in struttura.
La prima occasione di incontro con la nostra guida Daniele Stuppa vi permetterà di approfondire il programma della settimana e partire alla scoperta dell’isola con la prima tappa presso il sito archeologico dei Sesi (2), necropoli dell’antico villaggio dell’Età del Bronzo di Mursia (3). È qui che verrete a contatto con la storia dell’isola e nello specifico con il primo popolo insediatosi a Pantelleria per l’estrazione dell’oro nero dell’antichità: l’ossidiana. Si tratta di una breve escursione non impegnativa di circa 3 ore. Rientro in struttura per la cena e pernottamento.

IL BAGNO ASCIUTTO – GROTTA DI BENIKULÀ

Dopo una ricca colazione tutti pronti per il primo percorso. Con i nostri mini-bus raggiungeremo il punto di partenza del sentiero che permetterà di incamminarci per la Favara Grande (1) dove sarà possibile osservare fenomeni di vulcanesimo secondario.
Nello specifico, dalla contrada di Scauri (2) saliremo verso la Valle del Monastero (3), grande cratere lavico e oggi culla per la coltivazione della vite ad alberello, sarà da qui poi che raggiungeremo la Grotta di Benikulà (4) che permetterà di farvi vivere un’esperienza unica. Si tratta infatti di un bagno turco all’interno di una grotta naturale che sfrutta il vapore acqueo che fuoriesce da una fenditura nella roccia all’interno della grotta stessa.
Dopo questa sosta rilassante, proseguiremo sul percorso ai piedi della Montagna Grande (5) per arrivare alla valle delle Favare (6) dove sarà possibile percepire il respiro dell’isola. Si tratta dello stesso fenomeno che abbiamo incontrato nella Grotta di Benikulà ma questa volta a cielo aperto con ampie fenditure da cui fuoriesce vapore acqueo. Un luogo magico ed ancestrale che ci offrirà l’opportunità di sostare per un pic-nic con prodotti locali.
Dopo la sosta proseguiremo per raggiungere il luogo di incontro e per il rientro in mini-bus in struttura.
Rientro nel primo pomeriggio, cena e pernottamento.

Durata escursione 4:30
Difficoltà E
Dislivello in salita m. 450
Lunghezza km 10

LA MONTAGNA GRANDE

Dopo la colazione partiremo per il secondo percorso in mini-bus fino alla contrada di Sibà (1) ultimo paesino abitato prima di raggiungere la Montagna Grande vetta (2) più alta dell’isola s.l.m. 836.
Il percorso si sviluppa all’interno della pineta naturale e da qui attraverso una panoramica salita conquisteremo la vetta da cui si si gode una vista a 360 gradi sull’isola e sul cratere di Piana Ghirlanda.
Sarà questo il nostro luogo di sosta per un pic-nic prima di continuare verso Monte Gibele (3), seconda montagna dell’isola per altezza che raggiungeremo scendendo di livello. Da qui partiremo poi per il Cappereto Bonomo (4), uno degli esempi di coltivazione eroica più importanti dell’isola. Il cappereto è proprietà dell’omonima azienda Bonomo Emanuela dove sosteremo per la degustazione dei prodotti dell’agricoltura Pantesca tra cui anche vini e passiti.
Rientro in struttura, cena e pernottamento.

La durata dell’escursione è di circa 6:30 ore
Difficoltà E.
Dislivello in salita m. 950
Lunghezza km 11

GIRO DELL’ISOLA IN BARCA

Siamo dei camminatori ma non dimentichiamo di trovarci su un’isola e quale modo migliore per scoprire le sue coste se non un giro dell’isola in barca.
Dopo la colazione ci dirigeremo al porto di Pantelleria (1) per iniziare questa giornata all’insegna del mare e del relax. Il giro completo dell’isola ci permetterà di visitare numerose calette come quella di Nikà con le sue acque termali, rimanendo affascinati dal colore dei fondali e dallo spettacolo della costa che offre imponenti falesie e numerose grotte. Saranno diverse le occasioni in cui sostare per fare il bagno e per praticare lo snorkeling senza tralasciare la sosta per il piccolo pranzo a bordo.
Intorno alle 16.00 si rientra in porto alla volta della struttura ricettiva.
Rientro nel pomeriggio, cena e pernottamento.

IL LAGO DI VENERE

Torniamo a camminare, dopo la colazione saremo pronti per il terzo percorso, una stupenda escursione che ci condurrà al Lago di Venere.
Dai piedi della Montagna Grande e dal paesino di Sibà (1), che abbiamo già conosciuto all’inizio del secondo percorso, attraverseremo la colata lavica del Gelfiser, una chiara prova dell’attività vulcanica dell’isola che ha dato vita a questo canyon naturale unico. Raggiungeremo da qui il Lago di Venere (2), un cratere vulcanico che ha dato vita ad un bacino con un ecosistema unico al mondo. Ci si potrà rilassare immergendosi nei piccoli bacini con acque calde o cospargendosi il corpo con fango naturale considerato un ottimo trattamento per il benessere della pelle.
Il Lago di Venere è uno dei posti più suggestivi dell’isola, una vera e propria SPA a cielo aperto. Un luogo unico che ci farà da cornice per il nostro pic-nic. Dopo la sosta e il relax rientreremo in struttura per la cena e il pernottamento.

La durata dell’escursione è di circa 5:30 ore
Difficoltà E.
Dislivello in salita m. 350
Lunghezza km 9

CUDDIA DELLE GINESTRE

Siamo al quarto giorno di percorso alla scoperta di quest’isola. Dopo la colazione partiremo per Cuddia delle Ginestre, dirigendoci verso il versante Est dell’isola. Dalla Contrada di Kamma (1) saliremo verso Cuddia del Gallo sfruttando le antiche mulattiere che un tempo permettevano ai contadini dell’isola di raggiungere i propri terrazzamenti. Ci troveremo immersi nella piccola contrada di Mueggen (2) una delle culle della coltivazione dello Zibibbo, caratterizzata dalla macchia mediterranea ed in particolare da piante di Ginestra odorosa chi faranno da contorno. Raggiungeremo da qui la contrada di Bugeber e percorreremo il sentiero che attraversa la colata lavica del Kaggiar fino ad intersecare il vecchio sentiero romano, che ci condurrà alla nostra meta finale ovvero Punta Spadillo. Sarà questo il luogo del nostro ormai abituale pic-nic. In questo punto potremo osservare il Museo Vulcanologico (3) e il Faro di Punta Spadillo (3) e se questo non vi sembra abbastanza allora scenderemo a rinfrescarci presso il Laghetto delle Ondine (4). Si tratta di una curiosa depressione sulla costa che crea una piscina naturale dai colori caraibici.

Rientro nel pomeriggio, cena e pernottamento.
Durata escursione 5
Difficoltà E
Dislivello in salita m. 450
Lunghezza km 9

LA BALATA DEI TURCHI

A questo punto si inizierà a pensare alla partenza dell’indomani ma cercheremo di distrarvi con la quinta escursione. Dopo la colazione raggiungeremo la contrada di Rekale da dove avrà inizio questa
escursione ad anello. Il percorso inizierà tra i vigneti di Cuddia Attalora (1) e Piana del Barone, attorniati da bosco e macchia mediterranea. Da qui punteremo verso il mare per raggiungere le stupende calette di dietro isola, Punta li Marsi (2) e Balata dei Turchi (3). A Balata dei Turchi sarà possibile ammirare l’ossidiana in una stratigrafia a parete che rende chiaramente l’idea del processo geologico di costituzione dell’isola. Sarà possibile rilassarsi con un bagno e, attorniati dalle falesie caratterizzate dalle diverse sfumature di colore che hanno determinato le varie colate laviche, ripartiremo per la contrada di Rekale lungo un sentiero che ci condurrà attraverso la falesia di Salto della Vecchia (4), uno strapiombo sul mare dalla vista mozzafiato. Prima del rientro concluderemo le escursioni della settimana con una degustazione di Passito presso la Cantina Dietro Isola (5).

Rientro nel pomeriggio, cena e pernottamento.
La durata dell’escursione è di circa 6:30 ore
Difficoltà E.
Dislivello in salita m. 500
Lunghezza km 14

SI TORNA A PANTELLERIA

Purtroppo siamo al giorno della partenza, l’isola ormai avrà fatto il suo incantesimo stregandovi, ma non disperate noi vi aspettiamo per un secondo viaggio a Pantelleria, anzi per una nuova esperienza
sull’isola.

Condividi itinerario:
I professionisti che incontrerai in questo tour
daniele pantelleria
Ciao, sono Daniele, coordinatore di questo gruppo!

“Rifuggo l’asfalto e le gradi città, immergo i sensi nella natura.”
Appassionato di mare e montagna da sempre, discreto atleta amatore di mtb e grande camminatore, da sempre alla ricerca di un nuovo sentiero da percorrere. Completati gli studi nella Facoltà di Agraria, scelgo di far diventare le mie passioni un lavoro. Inizio ad accompagnare amici e non solo nei sentieri di Pantelleria ma da subito la mia “piccola” isola mi stava un pò stretta ed oggi cammino sulle più belle isole del mediterraneo anche oltre i confini nazionali. Alla professione di Agronomo ed esperto ambientale affianco le competenze naturalistiche per fornire un servizio di guida moderno ed a passo con i tempi. Sono una guida Aigae ed un maestro di mountainbike riconosciuto dalla federazione ciclistica italiana, socio fondatore della associazione pantelleriaoutdoor ed organizzatore della Pantelleria mtb marathon.

Gallery
Quote di viaggio
La quota comprende
  • SOGGIORNO: Abbiamo scelto per accoglierti il RESIDENCE KUDDIE ROSSE una struttura completamente GREEN perchè puntiamo a far sì che il tuo viaggio con noi possa essere una vera e propria immersione nella cultura e natura isolana. La sistemazione si intende in camera doppia, il supplemento singola è di 60 euro.
  • GUIDE SPECIALIZZATE: Professionisti del luogo nel campo escursionistico vi accompagneranno per tutta la durata del tour.
  • TRANSFERT: Accoglienza e transfer da/per aeroporto/porto. Ti accompagneremo dall’inizio alla fine della tua avventura.
  • SAPORI LOCALI: Durante il tour avrai la possibilità di degustare i piatti della tradizione e i sapori che rendono unica la cucina di quest’isola. Il soggiorno è da considerarsi in mezza pensione con tutti i pasti inclusi nella descrizione.
  • ASSISTENZA: prima del viaggio e in loco.
  • ASSICURAZIONE: medico – bagaglio.
La quota non comprende
  • Pasti e bevande dove non indicato.
  • Tutti gli extra che vorrai acquistare e riuscirai ad infilare nello zaino.
  • Tutto ciò che non è menzionato in "La quota di viaggio comprende".
  • Volo: Convenzione Consorzio Albergatori Pantelleria Island per voli diretti per Pantelleria da Bergamo, Malpensa, Torino, Verona, Venezia, Bologna, Roma, Trapani, Palermo, Catania. Dal nord Italia a partire da 250€ a/r, dalla Sicilia a partire da 98€ -- Tariffa bagaglio incluso